Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

La Strada dell'Olio

Uno degli itinerari proposti dalla “Strada dell’Olio Dop Dauno” è il Garganico Provenzale. Un progetto che nasce dalla diffusione di una nuova filosofia che punta alla valorizzazione delle produzioni tipiche, dando la possibilità ai turisti di venire a contatto con le infinite risorse naturali e culturali del territorio. È un modo per creare una perfetta sinergia tra il prodotto e l’area di produzione, tra i turisti/consumatori e le imprese agricole che lavorano in questo settore. L’“albero di Ulivo”, infatti, divenuto simbolo del popolo dauno, si mescola con il folklore e le tradizioni popolari di un territorio ricco di storia e di paesaggi tanto incantevoli quanto misteriosi.

La Strada dell’Olio della provincia di Foggia viene generalmente suddivisa in tre itinerari elaio-gastronomici, ognuno dei quali deriva da un particolare tipo di oliva che cresce soprattutto in quella zona e che ha delle caratteristiche organolettiche specifiche: il “Garganico Provenzale” trae origine dalla “peranzana”, varietà di olivo che, secondo la tradizione, è stata importata dalla Borgogna dai principi de Sangro. L’origine dello stesso nome “peranzana”, infatti, è una trasformazione dialettale di Provenza. La qualità peranzana si distingue dagli altri tipi di coltivazioni (come la coratina, ogliarola garganica, leccino, rotondella) poiché ha un più alto contenuto di clorofilla e carotene. Proprio per il suo colore molto più intenso e con delle sfumature verdognole, questa qualità di olio è conosciuta anche con il nome di “Oro Verde”. L’olio che ne deriva ha un profumo fruttato, dal gusto dolce e con note erbaceo-floreali.

 

Ultima modifica il Domenica, 29 Giugno 2014 17:08

Gal Daunia Rurale

Il Gal Daunia Rurale, Gruppo d’Azione Locale, è l’agenzia di sviluppo dell’Alto Tavoliere nata per gestire sul territorio finanziamenti del Programma d’Iniziativa Leader II mirati alla promozio...Leggi Tutto

ll Territorio

E’ noto che la bellezza di un territorio dipende oltre che da fattori naturali anche dall’opera dell’agricoltore che lo ha modificato, coltivando specie che hanno dato vita ad un’immagine rurale di riconosciuta bellezza...Leggi tutto

 

Il Folclore

La valorizzazione delle tradizioni popolari rappresenta un volano per lo sviluppo turistico dell'area soprattutto se associato in un'ottica di integrazione con gli altri fattori di sviluppo individuati in precedenza...Leggi tutto

Gli Itinerari

Le vacanze verdi e il turismo rurale rappresentano, in questo territorio, una realtà sempre più apprezzata dai turisti, vista la presenza di aree di valenza naturalistica di pregio...Leggi tutto

Il Mondo Rurale

Il paesaggio rurale dell’Alto Tavoliere è ancora bello nonostante negli ultimi decenni il paesaggio sia stato modificato; nelle campagne sono scomparse quasi del tutto le siepi che separavano i campi...Leggi tutto

Le Aziende

Oggi le aziende sono diventate più specializzate o nel settore delle coltivazioni o in quello dell’allevamento del bestiame, con forte tendenza alla riduzione delle colture in favore di avvicendamenti...Leggi tutto

top